“I capricci di Arintha” il gourmet ha trovato casa

0
1240

Ci sono giorni in cui si ha voglia di deliziare il palato con qualcosa di particolare e diverso da quello che si è capaci di creare da soli in cucina.

Mentre davamo un’occhiata alle recensioni dei vari ristoranti della città, io e Vale decidiamo di provare un posto nuovo e quello che più ci convince stasera si chiama I CAPRICCI DI ARINTHA.

Il nome Arintha deriva dal greco ed e’ proprio il nome del borgo dov’ è situato, Rende.

Ad accoglierci il titolare Francesco Presta, un intraprendente ragazzo di soli 33 anni che si dedica alla cucina da così tanto tempo da essere diventato esclusivo nel suo genere.


Pasto ricco ed equilibrato

Il ristorante offre una scelta gastronomica completa: la successione impeccabile dall’inizio alla fine del pasto, dove l’equilibrio di ogni piatto concorre all’armonia totale anche dei diversi piatti tra loro. Le portate seguono la stagionalità delle materie prime, utilizzando ingredienti genuini, che a volte Francesco stesso si diletta a selezionare dalla terra: li trasforma con la sua fantasia e il suo estro, servendoli a tavola con semplice raffinatezza.

Intanto, qui vi proponiamo una piccola galleria delle foto dei piatti più succulenti dei “capricci” di Francesco 😉:

La struttura è un antico forno nel cuore del centro storico di Rende, che rivive con il ristorante ricette tradizionali rivisitate dallo chef, che è anche l’impeccabile padrone di casa.

La qualità del servizio è garantito dall’attenzione e dalla cura dei dettagli, in un ambiente totalmente shabby chic. Solo qui ho provato per la prima volta delle deliziose ostriche con funghi porcini arrivati quel giorno stesso dalla Sila.

Cosa vorreste proporre di più buono e particolare di un piatto così prelibato? 😋

Se si ha voglia di una cucina più ricercata, con il desiderio di gustare le diverse portate in un clima caldo come quello di casa, I CAPRICCI DI ARINTHA è il posto ideale, capace di soddisfare le esigenze e le richieste anche dei palati più raffinati.

Francesco ci racconta la sua passione per la cucina e quanto tempo ha dedicato a questa arte. Dopo un percorso culinario iniziato ben 10 anni fa – ho deciso di coronare il sogno che avevo sin da bambino, quando ancora inesperto seguivo mamma e papà in cucina – ci racconta ancora sorseggiando un calice di Brunello di Montalcino del 2011.

La passione può diventare arte, se coltivata nel tempo e Francesco Presta ce ne da dimostrazione.

E voi, siete mai stati ospiti a I CAPRICCI DI ARINTHA? Ancora no?! Bhe, aspettiamo i vostri commenti dopo aver fatto visita a Francesco…

Ecco qualche altra foto del locale:

le altre le trovate sulla pagina Facebook del locale.

Chiunque di voi voglia andare a trovare Francesco e degustare la sua cucina lo trova qui:

Ricordatevi di menzionare il nostro articolo al proprietario, da nostro buon amico vi saprà consigliare al meglio.

Buon appetito ragazzi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here