La Isla Bonita, Ibiza!

0
941

Settembre continua a stupirmi, quando tutti pensano che con agosto l’estate è finita, ecco che la decisione migliore è proprio quella di partire mentre tutti hanno messo da parte il costume. Ilaria vuole rilassarsi e sceglie con il suo compagno la Isla Bonita, Ibiza!



Meta desiderata dai giovani, dalle coppie dunque e anche da chi non è attratto solo dalla vita notturna e non rinuncia all’atmosfera magica di questa fantastica isola.

Ibiza non è solo l’isola del divertimento non stop, ma anche la meta preferita ormai dai turisti eco conscious dall’anima hippy.

È risaputo, Ibiza è un concentrato di musica, after, feste chic e famose discoteche, itinerario irrinunciabile del jet set internazionale, insomma un’isola cult a tutti gli effetti.

Ma non dimentichiamo che Ibiza alla fine degli anni 60 ha accolto i figli dei fiori americani, canadesi e tedeschi che la colonizzarono per non lasciarla mai più. Ancora oggi sopravvivono alcune colonie hippy, che vivono immersi nelle bellezze della natura e con nessuna intenzione di spostarsi, a quanto pare.

Quindi non solo Ibiza dalla musica assordante di Marina di Bocafoc e dei locali più scatenati, ma anche turisti che preferiscono colline circostanti e zone più tranquille.

La Ibiza dal ritmo lento è la Casita Verde, un ecovillaggio a San Jose de Talaiac, composto da piccole abitazioni che ricordano igloo in terracotta.

Il fondatore è un ex-ingegnere informatico inglese, convinto che l’uomo sfrutti male le risorse del pianeta: crea un modello di villaggio in grado di autosostenersi con energie ambientali a impatto zero e di riciclare quanto più è possibile. Gli ospiti della Casita Verde partecipano alla vita della comunità anche coltivando insieme l’orto.

La Casita Verde prevede una modalità di condivisione un po’ estrema, ma se si preferisce una vacanza più tradizionale, Ibiza Exclu offre diverse soluzioni eco soft.

La possibilità è quella di soggiornare in ville o case costruite con materiali km zero! La  struttura architettonica di questi edifici si integra perfettamente con il paesaggio.

Non dimentichiamo il food e la soluzione eco a Marina di Bocafoc, dove si trova il ristorante cool di sushi jap-brasiliano Temakinho. Uno dei soci racconta che il loro pesce proviene da allevamenti che rispettano l’habitat marino. Per il loro impegno green hanno anche ottenuto il prestigioso certificato Friend of the Sea che premia i ristoratori che si dimostrano più attenti all’ambiente.

Ritmo lento e anima green anche ad Ibiza ragazzi!