Prenditi cura dei tuoi nuovi tatuaggi

0
220

Avete mai pensato di decorare il vostro corpo con un tatuaggio? Sebbene di pareri sui tatuaggi ne abbia ascoltati diversi e a volte contrastanti, che piaccia o meno il tatoo è  una forma di comunicazione.
Il tatuaggio è  una forma d’arte, un modo per esprimersi e parlare di sé, così come lo sono l’abbigliamento e la cura del proprio corpo.

Questa forma d’arte sempre più diffusa ha comunque a che fare con la nostra pelle,  facendo sorgere il dubbio di come debba essere trattata dopo un tatuaggio.

I colori che vengono utilizzati interagiscono con le pelle e bisogna fare attenzione scegliendo la qualità dei prodotti. Le conseguenze potrebbero essere interazioni infiammatorie o allergiche, oltre al fatto  che i pigmenti possono venire alterati o rimossi rovinando il tatuaggio.

Una reazione allergica ai componenti dei pigmenti può  presentarsi anche dopo anni. Nei casi più lievi, il problema può essere transitorio e può essere trattato con prodotti lenitivi senza ricorrere alla classica pomata al cortisone.

Bisogna essere accorti sin dai primi passi.

Durante la cicatrizzazione della pelle, sono noti i pruriti causati dalle piccole crosticine. Regola essenziale è quella di non grattare né sfregare il tatuaggio poiché potrebbero depositarsi dei batteri sulla pelle. Per attenuare il prurito basta applicare un sacchetto di ghiaccio sulla zona irritata. E’ anche probabile che, durante la rimarginazione, appaiano delle piccole croste che non bisogna assolutamente togliere e grattare.

Per evitare una deformazione o uno schiarimento del tatuaggio, vediamo insieme come comportarsi:

-Evitare di bagnarsi in piscina o comunque evitare situazioni che possano causare un forte tasso di umidità perché potrebbero fare fuoriuscire o eliminare una parte di inchiostro.

– Evitare di indossare  vestiti attillati, prediligendo quelli  più larghi che  permettono alla pelle di respirare e cicatrizzare più rapidamente.

– Le sedute di sport intensive non sono consigliate poiché potrebbero deformare il disegno e il sudore potrebbe attaccare il colore del tattoo.

– L’ esposizione al sole, poi, richiede ulteriori piccole attenzioni. I pigmenti pur non essendo di per sé tossici o irritanti per la pelle, assorbono la luce del sole e possono causare eritemi. E’ sempre opportuno esporsi al sole proteggendo le aree tatuate con una protezione molto alta nei primi periodi dopo il tatuaggio, rinnovando l’applicazione più volte in caso di esposizione prolunga.

– Evitare prodotti cosmetici a base di petrolati. Queste sostanze causano la diffusione del pigmento nella pelle, lo scolorimento del tatuaggio e la comparsa di sbavature del disegno.


-Infine, è molto importante evitare la disidratazione e la secchezza dell’epidermide. La nostra pelle perde continuamente acqua sotto forma di vapore, anche se questo processo è rallentato dal film idrolipidico protettivo. La frequente detersione impoverisce il film idrolipidico aumentando la disidratazione. Bisogna cegliere detergenti delicati e mantenere la pelle idratata applicando prodotti idonei.

Abbiamo visto, dunque, cime mantenere la pelle tatuata in perfetta salute proteggendo il tatuaggio.
Aggiungo solo di utilizzare sempre prodotti naturali che leniscano le eventuali irritazioni, proteggano la pelle e che ne mantengano l’elasticità.

Per chi come me adora i tatuaggi come  forma  d’arte, questi consigli ci permetteranno di mantenere inalterata nel tempo la bellezza delle decorazioni che tanto amiamo sul nostro  corpo
Avete altri suggerimenti per i nostri tatuaggi e per tutti i nostri amici tatuati? Li aspetto con ansia! Anche perché sto già pensando al prossimo da fare e sarà una sorpresa

Vuoi leggere tutti i miei articoli? 😜👉 Full Of Life – Blog
• SEGUIMI SU FB 👉  Full Of Life
• SEGUIMI SU INSTA 👉  Alessandra Bruno